martedì 30 novembre 2010

Carciofi alla romana

Sempre Laura Ravaioli docet... e chi potrebbe spiegare meglio di lei come si fanno i carciofi alla romana? Devo dire che mentre glieli vedevo preaparare in tv mi sembravano semplicissimi, poi, vuoi un po' la fretta, vuoi altre cose che stavo facendo contemporaneamente, mi sono ritrovata a fare un po' di pasticci.... eh vabbè, il risultato c'è stato comunque, questo l'importante, giusto??

Ingredienti
4 grossi carciofi
sale q.b.
pepe q.b.
2 testine di aglio
mentuccia q.b.
acqua e olio q.b.

Preparazione
Mondate i carciofi accuratamente: eliminate gran parte del gambo e pulitelo raschiandolo con il seghetto del coltello, togliete le foglie esterne più dure, seghettate la testa di ogni carciofo in modo da rimuovere le spine e con le dita allargate il foro in mezzo, accertandovi che non ci siano spine. Sciacquateli e adagiateli in una bacinella con dell'acqua e il succo di un limone in modo che non prendano strani colori e dopo passatevi un limone sulle dita delle vostre mani: questo passaggio è molto importante, se vi dimenticate di farlo avrete delle poco simpatiche dita nere nel giro di pochissimo!
In una ciotolina macinate sale e pepe ad occhio, unitevi le testine di aglio fatte a metà ed infine aggiungete la mentuccia spezzettata grozzolanamente: questo sarà il vostro ripieno. Prendete quindi i carciofi ed infilate il trito con un pezzetto di aglio in ciascun carciofo nella cavità che avete allargato in precedenza con le dita. A questo punto riempite una casseruola non troppo larga con metà quantità di acqua e metà di oli o (così dice la Ravaioli, ma io ho messo più acqua che olio!) ed adagiate i carciofi a testa in giù, cercando di farli stare uno di fianco all'altro ben vicini per non farli cadere. Il gambo dovrà rimanere all'esterno del liquido. Salate e pepate all'esterno. Coprite i carciofi, quindi i gambi, in superficie con della carta forno e chiudete la casseruola con il suo coperchio. La carta forno serve per tenere uniti i carciofi e per far trattenere il vapore che poi cuocerà i gambi rimasti esterni all'acqua. Mettete la casseruola sul fuoco, portate ad ebollizione e abbassate quindi la fiamma al minimo. Lasciate cuocere così i carciofi per circa una mezzora, o per il tempo necessario per ottenere la consistenza desiderata dei vostri carciofi.

4 commenti:

  1. Anch'io adoro la Ravaioli... belli i tuoi carciofi Paola!

    RispondiElimina
  2. Il blog Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Ballarini, ti invita a partecipare ad un contest a premi.
    Ai 3 vincitori saranno assegnati 3 fantastici prodotti Ballarini.
    Cosa aspetti? Dai libero sfogo alla fantasia e partecipa al contest.
    http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2010/11/contest-foodblogger-ai-fornelli-con.html

    RispondiElimina
  3. grazie barbara!
    e grazie ramona per averci invitate a partecipare al contest!

    RispondiElimina
  4. io non ho sky, ma quando passo dai miei e mi capita di vedere la ravaioli mi fermo sempre, è veramente brava e non troppo star come altri cuochi televisivi.

    e i carciofi alla romana sono squisiti! brava!

    RispondiElimina